giovedì 29 settembre 2011

Il blog della Ludo


 
Non mi sento molto a mio agio a scrivere su questo coso. Lo dico subito. E con le unghie ricostruite faccio anche fatica a usare la tastiera. Se poi a battere sui tasti mi si rovina lo smalto mi incazzo. E non mi ricordo neanche le regole grammaticali. Lo faccio solo perché sono obbligata, che sia chiaro. Me l’ha consigliato lo psicologio di Gian. Dice che scrivere mi aiuta a combattere lo stress. E io sono molto stressata. Non ce la facio a fare tutto. Sono una donna impegnata. Per esempio oggi pomeriggio (che è l’unico pomeriffio libero che ho) dopo che ho chiuso il negozio sono andata da Chioma a farmi fare la piega e i piedi, una carciofa di corsa da Pepèn e poi sono dovuta venire a casa a balla perché tra mezz’ora mi arriva l’insegnate di pilates. E poi alle 6 devo andare a prendere Gian allo Sporting. Non ho un attimo di tempo per me. Basta, per oggi ho scritto anche troppo. Le unghie sono a posto. Per fortuna.


La Ludo è una tardona parmigiana. Ogni giovedì pomeriggio si intrufola in questo blog e scrive un post terapeutico come le ha consigliato lo psicologo di suo figlio. Si è separata l’anno scorso quando ha scoperto che il marito aveva una relazione col loro giardiniere russo, e con i soldi della separazione ha aperto un negozio di intimo in centro. Abita in centro, lavora in centro, e frequenta solo gente con i soldi.

Nessun commento: