mercoledì 14 marzo 2012

In palestra (2) / I copriscarpe

Sempre nella mia palestra (che non è una vera palestra ma una scuola di danza) hanno fatto comparsa da qualche mese degli oggetti misteriosi. La proprietaria della palestra li chiama “copriscarpe” e sono diventati il tormento di insegnanti e allievi. Questi benedetti copriscarpe sono delle cose orribili: delle specie di sacchetti dell’immondizia blu che si infilano sopra le scarpe e vengono fermati con un elastico. 

I magnifici copriscarpe, oggetti sexy e molto intriganti...

Sicuramente li avrete visti al indosso ai ris o in qualche puntata di C.S.I. Vi chiederete: perché indossare i copriscarpe in una scuola di danza? E me lo sono chiesta anche io. Tuttalpiù che la palestra è piccolina: ci sono 3 sale, un atrio e un corridoio lungo sì e un 4 metri , più lo spogliatoio. Tra l’altro dallo spogliatoio alle aule si accede solo con le scarpe da ballo o i calzini, quindi questi copriscarpe sono assolutamente INUTILI!

Ma questi benedetti copriscarpe hanno anche una storia…
La loro prima comparsa avvenne in una sera di ottobre, quando la zelante proprietaria distribuiva alla reception una bustina di plastica trasparente con dentro appunto loro, i copriscarpe.  Io me li infilo (per farla contenta), poi faccio lezione, torno nello spogliatoio, mi vesto, mi rinfilo le scarpe con i copriscarpe, esco, mi tolgo i copriscarpe e li rimetto nella bustina. E così faccio per le prime 2 volte. Finchè non mi accorgo che sto portando avanti e indietro nella borsa lo sporco delle mie scarpe. A questo punto decido di compiere un atto di ribellione: prendo il sacchetto con i copriscarpe e lo butto nel cestino.  E’ stato un atto liberatorio. Ma non vi nascondo che avevo un po’ di paura a tornare in palestra senza i copriscarpe. Temevo di essere multata, o peggio, che me li facessero ripagare. Così ho fatto 3/4 lezioni entrando e uscendo furtivamente con passo spedito e sguardo basso sperando che nessuno si accorgesse della mia trasgressione. E ha funzionato.
Poi un giorno, presa da rimorso e colpevolezza, mi sono fatta coraggio e ho chiesto alla reception un altro paio di copriscarpe (ebbene sì, ho mentito dicendo che li avevo rotti). E vi dirò di +, mi ero anche già preparata una scenata nel caso mi avessero chiesto di pagarli. Ma invece… Colpo di scena! Erano cambiate le regole dei copriscarpe! Sì, perché (e nessuno me lo aveva detto, e non avevano nemmeno messo uno dei cartelli che a loro piacciono tanto) ora i copriscarpe non si portavano + a casa, ma si lasciavano negli appositi contenitori predisposti all’entrata della palestra. Così, non porto più lo sporco nella mia borsa, ma in compenso tocco con le mie mani lo sporco delle scarpe degli altri!

Ma la cosa che + mi fa incazzare è che dopo tutto questo casino per questi cavolo di copriscarpe, la lezione prima delle vacanze natalizie cosa vedo? La proprietaria che sgambetta per i corridoi con ai piedi un paio di scarpe taccatissim!!! E i copriscarpe?????

10 commenti:

Violet ha detto...

oddio, non sapevo ci volessero in palestra...!
io li ho usati, identici a quelli così azzurri, quando lavoravo in laboratorio di microbiologia..

katiu ha detto...

Io so che certi centri benessere li fanno usare, ma sono quelli monouso (fatti di cartene) che poi si buttano .. questi sono veramente osceni!

LoveIs ha detto...

Infatti...secondo me hanno un senso solo se sono usa e getta!

Silvia ha detto...

No, ma è che nella mia palestra non sono mica normali! E poi sinceramente mi fa anche schifo toccare i copriscarpe usati (da altri)...

Federica ha detto...

ho appena trovato un altro buon motivo per stare lontana dalle palestre: i copriscarpe!!

Arim ha detto...

dovrebbero essere solo usa e getta, altrimenti personali! ma dai, mettersi quegli degli altri è come mettersi le scarpe altrui!
da me in piscina ci sono, ma sono usa e getta e li prendi se non hai le ciabatte. li "paghi" 5 cent.

Silvia Pantieri ha detto...

oddio, li ha la mia ginecologa ahah

Silvia ha detto...

Sto scoprendo che questi copriscarpe sono molto + diffusi di quanto pensassi.... Io non li avevo mai usati prima!

Evy ha detto...

mi hai fatto pensare alla palestra che ho frequentato l'anno scorso per 1 mese, poi me ne sono andata x l'incompetenza dell'istruttrice, ma anche la struttura aveva le sue pecche. enorme e dispersiva era sia piscine(l'attività principale), palestra , centro estetico. all'ingresso dovevi metterti quei cosi perchè poi dallo spogliatoio alla sala dei corsi si doveva passare necessariamente dalla piscina dove fanno aquagym in una stanza abbastanza piccola e quindi con il pavimento pieno d'acqua, con l'istruttore e i corsisti che ti guardavano male o a volte si arrabbiavano perchè stavi disturbando e stavi facendo entrare gli spifferi. poi il venerdì che non c'era acquagym,quando uscivi dalla sala dei corsi dovevi farti quella stanza al buio perchè non si capiva dove fosse l'interruttore...ho abbandonato e mi sono iscritta ad un'altra.quando ho interrotto ho richiesto la cauzione del badge e il certificato medico e ho detto alla receptionist "non vuol sapere perchè dopo neanche un mese me ne vado?" e lei con la faccia scocciata "se proprio vuole..." incompetenza a mille...

Silvia ha detto...

Mi sa che erano un po' fuori anche nella tua palestra. Hai fatto bene ad andartene, se a loro non interessa di perdere i clienti, peggio per loro!