mercoledì 23 gennaio 2013

Un angolo di paradiso in NYC


A New York trovare un posto dove trascorrere qualche minuto di quiete e relax all'aria aperta non è facile. Il rumore del traffico, i clacson dei taxi, le sirene delle ambulanze e della polizia si insinuano in ogni angolo della città, specialmente a Midtown, la zona più trafficata. Il Bryant Park è un angolo paradisiaco proprio nel cuore di Midtown, a pochi passi da Time Square per intenderci (certo, c’è anche Central Park, ma è un po’ più lontano). E’ in questo parco che i newyorchesi trascorrono le loro pause pranzo, fanno yoga, si fermano dopo il lavoro per un aperitivo o si rilassano alla sera quando vengo allestite rassegne cinematografiche.

Il Bryant Park di New York in una delle tante serate in cui si tengono rassegne cinematografiche

Prima di visitare New York non conoscevo Bryant Park (lo ammetto, quando ci sono stata per la prima volta non mi ero per niente documentata) e quando mi capitò di passarci davanti per la prima volta rimasi sconvolta dal numero di persone che, sedute sulle seggiole o sul prato, trascorrevano lì la propria pausa pranzo.
Quando sono tornata a New York per la seconda volta qualche mese fa, siamo capitati a Bryant park per caso mentre un po’ storditi dal volo e dal fuso (eravamo atterrati da poche ore) ci stavamo dirigendo verso Times Square cercando un posto dove cenare. E alla fine è proprio al Cafè di Bryant Park che che abbiamo festeggiato il mio compleanno con una cena a base di insalatona e birra (per la modica cifra di $ 53).

Il Bryant Park Cafè, che si affaccia sul parco.
Quando ci siamo andati per il mio compleanno (4 Ottobre) si cenava ancora all'aperto!


E va beh che è Bryant Park, ma 53$ per due insalatone
e due birre mi sembra un tantino esagerato....
Proprio perchè era il mio compleanno...

L’origine del Bryant Park risale al 1839 (periodo che per un americano equivale più o meno al nostro medioevo) quando venne costruito il Croton Distributing Reservoir, un lago artificiale circondato da un alto terrapieno sul quale i newyorchesi passeggiavano ammirando il panorama della città. Negli anni successivi è stato modificato e ridisegnato varie volte, fino all'attuale aspetto che risale al 1934. Negli anni ‘70/’80, come tutta la zona di Midtown, divenne zona di spaccio di droga, ma grazie a una riqualifica avvenuta negli anni ’90 è oggi un vivibilissimo angolo di verde circondato da grattacieli e molto amato da turisti e newyorchesi.

Bryan Park è ubicato a pochi passi dalla famosa New York Pucblic Library
 tra la 5° strada, la 6°, la 42° e la 40°.

Come in tutti i parchi di Ny, anche nel Bryant Park è vietato fumare


Gli altri miei post su New York:

Puoi seguire Banana e cioccolato anche su FacebookTwitter Bloglovin

5 commenti:

Audrey ha detto...

bellissimo!!!sai, non ne avevo mai sentito parlare...ma vorrei tanto andarci ;)
kiss kiss

cri ha detto...

stupendo! Li si svolge la settimana della moda! Sono una fan sfegatata di Project Runway e li i concorrenti finali ci fanno la sfilata che determinera' il vincitore! Grazie per le belle foto, ora so come è fatta! Che meraviglia New York, ma un po' carretti, direi!

Silvia ha detto...

@ Audrey: in effetti non è famosissimo, forse perchè non è tanto grande, ma vale la pena visitarlo!
@ Cri: è vero, è proprio lì che si svolge la settimana della moda! Sì, in effetti i prezzi scoraggiano un po'...

Kylie ha detto...

Belle queste foto.

Un abbraccio

Federica ha detto...

un posto da telefilm ;P