lunedì 20 maggio 2013

Vi presento il mio gattone: Prissi

Mi sono accorta che nel blog ho parlato molto raramente del mio gattone. Per porre rimedio ho pensato di dedicargli un post con tante foto e di raccontarvi un po’ di lui, visto che è parte integrante e fondamentale della mia vita.


gatto Prissi

Lui si chiama Prissi, ed è il mio gattone. E’ nato il 13 Agosto 1999 dentro alcuni copertoni di auto, insieme a 3 fratelli identici a lui. La sua vita non è iniziata nel migliore dei modi: la mamma infatti dopo qualche giorno l’ha abbandonato, ma per sua fortuna sono arrivata io! Abbiamo immaginato l’avesse abbandonato per una malattia che aveva agli occhietti e gli impediva di aprirli completamente, così ha preso gli altri 3 cuccioli e se n'è andata, lasciandoci questo bel regalino. Ma come dicevo… Con un po’ di latte in polvere, una siringa e un antibiotico per gli occhietti l’abbiamo rimesso in sesto.
Da quel momento la sua mamma sono diventata ufficialmente io.

gatto Prissi
La Prissi con la sua nuova mamma (che sarei io)
Qui penso avesse un paio di settimane.
Il nome Prissi l’ho scelto quando ancora pensavo fosse femmina. E’ il nome della cameriera scema di Via col vento (la ragazzina che dice di sapere tutto su come nascono i bambini e poi non si fa vedere quando Melania partorisce). Il nome è stato profetico perché devo ammettere che pur essendo buono e bravo, non è un gatto particolarmente sveglio…

gatto Prissi
La Prissi impegnato a crogiolarsi al sole

Quando il veterinario ci ha illuminato sul fatto che in realtà era un gatto maschio, ormai l’avevo già battezzato da mesi, per cui non gli è stato cambiato il nome. In compenso viene spesso e volentieri storpiato in: Prissolo, Prissolone, Prissolè, Prissolò, o chiamato con vezzeggiativi più o meno carini: gosino, tatone, tesorino, stronzo, stronzone, nani.

gatto Prissi
Io e la Prissi

La Prissi è il gatto più buono e affettuoso che abbia mai conosciuto. Si lascia fare di tutto e non dice niente. E’ buono con tutti, si fa coccolare anche con chi non conosce, ma capisce quando qualcuno non ama i gatti: quando mio suocero entra in casa, lui magicamente sparisce.


gatto Prissi
Prissi natalizio


Dorme circa 20 ore al giorno, preferibilmente nel letto (sopra o sotto le coperte) o sul divano. Nella cuccia raramente. E’ stato addestrato (e di questo ne vado molto fiera) a non salire sul divano se non in presenza di un essere umano e preferibilmente del suo pannetto. Spesso capita che appena ci sediamo sul divano lui arrivi e ci si lanci letteralmente sulle ginocchia. Da lì di solito non si schioda per le successive 2/3 ore.

gatto Prissi
Anche d'estate la Prissi dorme volentieri sotto le coperte....


Quando la Prissi è stato portato a casa, ad aspettarlo c’era già un altra gatta di 15 anni di nome Olimpia che non l’ha accolto per niente bene. Probabilmente perché lei era già anzianotta e lui era un ispiritato che non si riusciva a tenere fermo nemmeno legandolo. La convivenza è durata fino al 2006, anno in cui mi sono sposata e ho fieramente portato la Prissi in dote.

gatto Prissi
Una foto di un po' di anni fa (1999)... Io, la Prissi e la Olli.
La Olli purtroppo non c'è più.
La Prissi ha fatto 3 traslochi. Dopo il matrimonio infatti si è trasferito insieme a me nell’appartamento di Luca (che per la cronaca insinuava di essere allergico ai gatti, mentre io sono tuttora convinta che fosse una malattia psicosomatica, e il tempo mi ha dato ragione). Per lui è stato un trauma perché da un grande terrazzo si è trovato con un piccolo balcone coperto e per di più a poche decine di metri dalla ferrovia. I primi tempi quando vedeva i treni scappava.


gatto Prissi
Dormire è sempre stata la sua passione, fin da piccolo....

Giusto il tempo di abituarsi e dopo 3 anni gli abbiamo fatto fare un altro trasloco. Gli amati balconi sono tornati, ma ha dovuto affrontare un enorme problema: le scale. Si rifiutava di salirci, e per portarlo da un piano all’altro dovevamo prenderlo in braccio e trasportarlo di peso. Ma la Prissi è un gatto coraggioso (…) e dopo qualche giorno ha affrontato il problema, prendendo la rincorsa e salendo le scale di corsa. Sì lo so, è un po’ scemo.



Quando andiamo in vacanza la Prissi va in villeggiatura dalla nonna, che gli dice sempre che è scemo ma gli vuole molto bene e lo tratta come un re.

gatto Prissi
Una volta all’anno gli facciamo il bagnetto. Come si evince dall’espressione, lui gradisce molto.
E con questo penso di avervi raccontato quasi tutto del mio gattone! 




15 commenti:

Lauren V ha detto...

io amo i gatti, ne ho ben 7: gaia che sta dentro casa e gli altri 6 in giardino. Quante te ne potrei raccontare sui miei gatti, ma ti dico solo che una volta anche io ne ho preso una credendo che fosse femmina e l'ho chiamamta morgana ma il veterinario poi mi ha illuminato dicendo che era un maschio, così mio padre l'ha battezzato come leonardo. (Noi diamo spesso ai gatti nomi umani :D)

Lauren V.
http://modecontemporanee.blogspot.it
facebook page

Katiu R. ha detto...

Io sono cresciuta con una gatta, Kalì, passata a miglior vita alla veneranda età di quasi 22 anni. Nera come la notte, con gli occhia talmente gialli da sembrar due limoni, era una gatta delle streghe: con mia mamma buonissima, con mio fratello così così, mio papà manco sapeva che esistesse e a me .. soffiava.
Tant'è che ancora oggi tutti i gatti mi soffiano quando mi vedono: sarà che sentono che preferisco i cani? :)

RocknGiu ha detto...

Adorabile :)
Qualche mese dopo l'arrivo di Lola, Rino, il mio gattone di 5 anni, è andato via di casa.. è stato ed è tutt'ora molto brutto..
Splendido Prissi!

penelope ha detto...

bellissimo prissi!anch io amo gli animali e in particolare i gatti, ne ho 2..pisi e camillo..tanti complimenti per il tuo blog..l ho scoperto x caso qualche mese fa, ma ormai è diventata una gradevole abitudine visitarlo!è sempre ricco di articoli originali e interessanti

Silvia ha detto...

@ Lauren: che bello sapere che non sono l'unica che si accorge di aver sbagliato sesso del gatto! Mi hai tirato su di morale :-)
@ Katiu: beh ma tu che sei appassionata di horror non potevi che trovare la gatta delle streghe!
@ Rock: purtroppo la convivenza tra gatti non è stata facile nemmeno per i miei. Mi auguro che Rino sia stato adottato da qualche buona padrona
@ Penelope: grazie cara! Mi fa piacere che il blog ti piaccia, sembrerà scontato, ma ricevere complimenti fa sempre piacere :-)

Federica ha detto...

oh che bello questo micio!
anche io adoro i gatti :)

Audrey ha detto...

Ciao Silvia,
ma che bello, di solito io preferisco i cani, ma il tuo gattone è bello e simpatico mi ha conquista con i suoi occhietti :)
Buona serata baci

Strawberry ha detto...

Adorabile Prissi! :-)

Kylie ha detto...

Bellissimo questo gatto.

Buon martedì!

UIFPW08 ha detto...

La gattina è dolcissima complimenti per le foto
Maurizio

Badit ha detto...

Bellissimo il tuo gattone...io sono arrivato ad averne 4,adesso ne ho 2
Ciao

Vale ha detto...

Amo i gatti ma anche io sono allergica ..o al meno credo...mia sorella dice sempre che sono allergica ai gatti che si avvicinano a piante che mi danno allergia..mmm.cmq...per ora niente animali in casa!ci penserò più avanti!
http://www.larmadiodivenere.com/2013/05/my-cart.html

Barbi ha detto...

é bellissimo!!

un bacione cara!!

www.larmadiodvenere.com

Cristina ha detto...

Adoro i gatti!!
:-)

Il mio Camillone se n'è andato in Gennaio :(

Jo ha detto...

Carinissimo Prissi, mi sembra un gran simpaticone!
ha lo stesso mantello delle mie due, trovatelle randi doc, Nina e jolie.
Bello il tuo blog... come ci sono arrivata? attraverso la foto in b/n di Redford!
Io curo un blog di cucina (cosa rara, vero??)
Ciao! buona domenica :)