martedì 20 gennaio 2015

Usa on the road #8 la Monument Valley


In una caldissima mattina di Luglio, dopo aver pernottato in un paesino sperduto nel nulla e dimenticato da dio, dopo aver rischiato di rimanere a secco di benzina nel deserto dello Utah, dopo aver fatto una tristissima colazione su un tavolo di legno nello spiazzo dell’ufficio turistico (chiuso) con cibarie non ben identificate acquistate nel supermercato locale, abbiamo attraversato il confine tra Utah e Arizona e ci siamo addentrati nella Monument Valley. Tra una cosa e l’altra, dopo aver fatto un paio di soste lungo la strada per scattare qualche foto (perché “In questi posti quando mai ci torneremo?”) ed aver ammirato il panorama da togliere il fiato, siamo arrivati all’entrata della Monument Valley verso mezzogiorno, con il sole a picco sulle nostre teste e una temperatura di 42° C (non sto scherzando).

monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato


La Monument valley è uno dei luoghi più fotografati degli Stati Uniti e probabilmente di tutto il pianeta. Si trova nel bel mezzo del deserto, nel territorio Navajo, e si estende tra gli stati dello Utah e dell’Arizona. Vederla lascia senza fiato (è un po’ come trovarsi davanti al Grand Canyon), e soprattutto non ci si capacita di come le forze della natura abbiano potuto creare dei “monumenti” che sembra siano stati scolpiti dalla mano dell’uomo. Torri, pinnacoli, vere e proprie sculture si innalzano nel loro splendido colore rosso argilla lungo tutta la valle, illuminati dal sole e su uno sfondo celeste che altro non è che un cielo limpidissimo. Ci sono voluti 50 milioni di anni per creare questi “monumenti” e anche questo fa sentire come l’uomo sia piccolo davanti alla natura.

monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

Per quanto il luogo fosse mozzafiato, alcuni imprevisti hanno reso un po’ movimentata la nostra visita alla Monument Valley, tant’è che alla fine abbiamo deciso a malincuore di farla concludere prima del previsto. A nostra discolpa posso però dire che la Monument Valley era una tappa non prevista del nostro viaggio, aggiunta in fretta e furia dopo la decisione presa qualche giorno prima di visitare Las Vegas.

monument valley, banana e cioccolato blog


Ma veniamo agli imprevisti: innanzitutto l’ingresso al parco è a pagamento ($20 a macchina oppure $10 a persona), e la valle si può visitare solamente seguendo il percorso indicato (nel senso che oltre al percorso non esistono altre strade). La cosa più interessante è che il percorso non è asfaltato, ma è in parte in terra battuta e in parte e in sabbia. Questo potrebbe non essere un problema se siete dotati di un SUV, ma non se come noi siete dotati una Ford Focus. Se poi nessuno (né essere umano, né cartello) vi avvisa di questo, potreste trovarvi felicemente impantanati in una duna di sabbia, con la macchina che non va né avanti né indietro. E fidatevi, può capitare... E non è un bel momento (ricordo la temperatura di 42°C). Per fortuna una coppia di turisti tedeschi ci ha aiutato a spingere la macchina, altrimenti non so dire come avremmo fatto a uscirne fuori. Insomma, molto bella la Monument Valley ma dopo essere rimasti bloccati con le ruote nella sabbia per ben due volte, e con l'ansia di dover affrontare una salita sul terreno sabbioso, abbiamo deciso che non era il caso di procedere e abbiamo fatto marcia indietro. Per la cronaca: la salita l'abbiamo dovuta poi fare 3 volte (prendendo pure la rincorsa) prima di riuscire a farcela. 


monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

E quindi i miei consigli sono:
Se volete visitare la Monument Valley e non siete muniti di un Suv, approfittate dei tour organizzati. Verrete fatti accomodare su un fuori strada da una decina di posti, e una guida vi darà informazioni sui punti di maggior interesse. L’itinerario è il medesimo sia per i tour che per i singoli, con  la piacevole sicurezza che non rischierete di rimanere con l’auto bloccata in una duna di sabbia. In alternativa sono disponibili anche tour singoli, ma ovviamente sono più costosi. I tour possono essere acquistati direttamente all’entrata della Monument Valley e non richiedono prenotazione.

Insomma, la Monument Valley è fantastica, gli scenari sono meravigliosi e ci si sente veramente come in un film western (sapevate che la Monument Valley è diventata famosa proprio dopo essere stata utilizzata da John Ford come set per i suoi film western?).
Visitarla è stata un'esperienza unica (in tutti i sensi)!



E ora un po' di foto!
monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato



monument valley, silvia diemmi

monument valley, silvia diemmi


Questa è quella che mi piace di più di tutte:
monument valley, silvia diemmi, banana e cioccolato

    Vi ricordo che  QUI potete leggere tutti i post sulla mia vacanza Usa on the road

12 commenti:

RocknGiu ha detto...

Che luogo meraviglioso, prima o poi lo visiterò anche io :)

Rock'n'Giu Blog
Rock'n'Giu Facebook

Audrey Borderline ha detto...

bellissima l'ultima foto ;)
Un giorno spero di poterci andare anch'io
buon inizio settimana a presto

Federica ha detto...

sson rimasta a bocca aperta!

cri ha detto...

Che meravigliai! Ci credo che ti è piaciuto! Siete bellissimi!

-the princess- ha detto...

Sì.. in effetti l'ultima foto è veramente la più bella...
La bellezza del vostro amore e la bellezza del paesaggio in un unica foto!!! ;-) :-*

Silvia ha detto...

Te lo auguro di cuore Audrey!

Silvia ha detto...

Te lo auguro davvero!

Silvia ha detto...

Grazie cara!

Silvia ha detto...

:-)

Silvia ha detto...

Grazie!

Meira ha detto...

Che posto meraviglioso! Davvero mozzafiato!!! Che fortuna esserci stata *_________*

Grazie per essere passata da me cara, a presto! :**************

Andrea Pizzato ha detto...

questo è uno dei miei sogni e le tue foto non fanno altro che confermare la bellezza del posto! complimenti :) buona domenica, ciao Andrea